Il valore dei Bitcoin non è dato dal mining

Il valore dei Bitcoin non è dato dal mining

Il valore dei Bitcoin non viene dal mining.

Il mining è un operazione laboriosa e complicata ( qui cerco di spiegarti bene il concetto della Proof of Work tanto menzionata) Il prezzo dei bitcoin è dato dal mercato.

Domanda ed offerta.

Più c’è richiesta, più sale il suo valore.

La domanda quindi che dovresti porre è invece :”Chi fa nascere la richiesta dell’acquisto?”

Ci sono tanti possibili casi perché un utente è intenzionato ad acquistare Bitcoin o altre criptovalute.

Ad esempio:

  • – è da tanto che voglio acquistarlo e prendo oggi la decisione
  • – sono un nuovo arrivato e credo che sia il futuro
  • – ne ho sentito parlare da un mio amico e non voglio rimanere fuori
  • – sono stufo di farmi prendere in giro da poteri centrali
  • – voglio far fruttare un pò i miei risparmi piuttosto che comprare BOT
  • – non voglio più lasciare 1 cent in banca, quegli strozzini
  • – voglio acquistare qualcosa che mi fa sentire figo
  • – credo nella rivoluzione
  • – voglio comprare droghe
  • – sono uno smanettone e non posso non averlo
  • – ho sentito il TG5 che ne parlava male e come sempre credo all’opposto di quello che dice
  • – penso che sia possa apprezzare in futuro

Se ci fai caso sono tutte motivazioni comuni per gli altri beni d’investimento “classici”






Un exchange è il luogo in cui domanda ed offerta si incontrano. Nella finanza tradizionale questo posto in Italia è Piazza Affari a Milano. Una volta infatti ci si doveva recare fisicamente lì per scambiare del valore come azioni, bond o altro. Al giorno d’oggi con internet questo luogo fisico è smaterializzato e vive nell’etere ( datacenter ) che hanno ancora un orario di apertura e chiusura – l’orario in cui possono essere scambiati questi valori.

Per bitcoin possiamo trovare degli exchange online dove fare compravendita (se hai un conto bancario europeo ti consiglio Bitstamp). Ma possiamo trovare qualcuno di fidato anche di persona per cui scambiare bitcoin, facendo un pò di attenzione alle truffe.

Si potrebbe anche scambiarlo per altre “cose”. O case ( Remax ha ultimamente ufficializzato l’acquisto della prima casa in bitcoin)

Gli exchange semplificano e permettono proprio questo: lo scambio tra valute. In un portale online. E tendenzialmente con bassi oneri ( fee dell’exchange )

Ed è sempre il mercato che decide. Ricordati Domanda-Offerta. Non un altro.

Nel mining viene investito un sacco di soldi. I principali costi da sostenere sono:

  • Hardware
  • corrente elettrica
  • raffreddamento
  • sale / magazzini in cui posizionare l’hardware
[ Se pensi di farlo ora da zero, ti dico già che non è conveniente ]

Infatti la “ corsa agli armamenti” hardware sempre più prestazionali ed efficienti è giustificata dal fatto che essi vengono ricompensati se risolvono PRIMA DEGLI ALTRI l’algoritmo del nuovo blocco. Attualmente 12.5 BTC + la commissione delle transazioni all’interno del blocco.

I miner hanno un incentivo economico di rinnovare continuamente le loro sale-server ampliando il loro parco macchine o sostituendone con altre nuove più performanti.

Il Valore del Bitcoin è dato dal mercato, non dai miners. Anche se questo ha una determinata relazione con il prezzo di mercato di bitcoin

Il valore dei Bitcoin giustifica il costo di estrazione.

É un effetto, non una causa, perché permette di avere un margine.

Attualmente estrarre ( minare) Bitcoin costa molto in termini energetici, anche se non i sono documenti ufficiali, si pensa che consumi energia tanto quanto l’intero Paese dell’ Islanda.

E’ altresì giusto presupporre che la remunerazione al miner rimanga la stessa. Affinché questo avvenga al diminuire della ricompensa per ogni blocco minato, ci sarà un incremento nel tempo del prezzo di BTC

 

Se ti è piaciuto l’articolo donami 50 sats 😍


Vuoi studiare Bitcoin ?

NB: gli articoli sono a pagamento

I nostri corsi online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo Nome

Commento