2019 l’anno d’oro delle borse

2019 l’anno d’oro delle borse


Wall Street chiude il 2019 con un +38% ( settore tecnologico Nasdaq ) e Piazza Affari segue il suo homen-nomen con un +28,5% : l’anno d’oro delle borse . O forse no?

Più alto sale, più il tonfo fa male

Dai ammettiamocelo: vogliamo vedere un’altra crisi. Bella forte però. Si perché tutto quello su cui si sta reggendo questo sistema economico\finanziario\consumistico è una tutto un gran fumo.

Se studi le crypto da un pò, o se ci sei appena entrato hai capito già dove sta il trucco dell’apparenza: gli intermediari.

Sono loro gli artefici di tutto questo gran silenzio rumoroso che ricopre copertine di riviste ed anteprime di approfondimenti da talkshow. Puoi chiamarli come vuoi: banchieri, società di rating, analisti finanziari, politici – tutto ciò che sta tra la ciccia e l’osso capaci con abili mosse da giocolieri ed illusionisti nascondere le carte.

Quanta carne veramente allora c’è ?


2019 l'anno d'oro delle borse




Secondo me, e ne sono sempre più convinto, molto poca. Almeno nella media. Poi le eccezioni fanno la regola. Questo distacco tra la realtà dei dati oggettivi e gli andamenti da bull market delle borse è una di quelle cose che più avvalora il mio pensiero. Prima o poi scoppia. E più la gonfiano e più fa boooooommmmm ! ! ! ! !!!!

Il fatto che si sia toccato il record storico è un punto di partenza o di arrivo ?

A me spiacerà vedere le persone disperarsi, perché saranno sempre gli ultimi della catena a rimetterci ( vedi CDS di Leman Brothers 2008 – nessun colpevole per la giustizia ), ma ti butteresti da un cavalcavia vedendo che quello in parte ha il paracadute? Magari il suo eccitamento è contagioso, ma devi ragionarci…O no?

Ecco su questo punto in molti, e ne è un altro esempio lo scempio della popolare di Bari, no, non ci ragionano. Un pò perché ci siamo sempre noi cittadini a risolvere tutto. O meglio, lo stato con i soldi nostri, a risolvere le magagne di un CDA che ha mangiato caviale fino a ieri e poi si è ritrovato solo le noccioline da sgranocchiare.

 

Il rally che ha visto l’anno d’oro della borse del 2019 non trova fondamenta. Da nessuna parte proprio. Un disaccoppiamento dalla realtà dei dati. “ Una trimestrale va male? Non ci fa paura andiamo al rialzo”. Indici obbligazionari in flessione inversa con titoli decennali che rendono meno che quelli semestrali.

C’è qualcosa che EFFETTIVAMENTE non va o sono solo io che sono su un altro pianeta?

Personalmente non guardo molto i grafici storici, perché non penso che la storia per forza si deve ripetere, ma storicamente c’è stata una crisi ogni 8 anni – l’ultima risale al 2008 e se non ho bevuto troppo stasera sono più di 11 anni ormai. Ma come detto non credo molto ai grafici. Anche se…l’anno d’oro delle borse…

Fine di un’illusione

Non voglio fare il catastrofico ( o forse si ) ma il fatto che abbia visto il segno positivo a fine seduta il più delle volte quest’anno mi ha fatto riflettere. Ma quanto potrà andate avanti? Come mai nessuno si sta chiedendo come è possibile ? Su cosa si sta basando questo rally ?

Ok stasera mi sento un pò come il protagonista di ‘The Big Short’  ( la grande scommessa ) – in cui il capo di un fondo studia il mercato dei mutui subprime e capisce che prima o poi deve crollare. E scommette al ribasso. E crolla davvero. Io penso che più che crollare questa volta verranno sradicate le fondamenta. O forse non succederà nulla perché ci sarà sempre un salvatore. Che poi siamo ancora noi, con le nostre tasse, ad aiutare chi ha sbagliato investimento. E lo Stato è bravissimo in questo. Salvo poi trattenersi una percentuale di commissione, come intermediario. Che viene spartita a solito tra qualche poltrona.

È vero, potrei retrodatarlo questo post, e scriverlo invece chissà in che giorno futuro. Ma per avere una prova per i posteri, e ci conto, ci metterò un timestamp della blockchain più famosa. E non devi neanche sforzati molto per pensare quale. Chiedimi pure l’hash. Perché di una cosa sono certo almeno: bitcoin è qui per restare.

 

 

Non sai cos’è Bitcoin ? Senti il nostro Podcast


2 Responses

  1. E per chi fosse ancora scettico, basti pensare che la blockchain di DeepOnion è collegata a quella di Bitcoin. Provate ora a contraddire la veridicità se ci riuscite..;)

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Your name

Message